0 00 5 minuti 9 anni 1

Per Mario Monti è giusto, e magari anche morale, comprare una tenuta sul Lago Maggiore (bosco, vigneto e ville) mentre munge gli Italiani, anche i pensionati, tutti, indistintamente, attraverso le imposte indirette, per quanto essi abbiano magre e vizze le mammelle.

_________________________

Esiste l’astrazione del “giusto” e la concretezza di ciò che è soggettivamente giusto.

Per Mario Monti è giusto, e magari anche morale, comprare una tenuta sul Lago Maggiore (bosco, vigneto e ville) mentre munge gli Italiani, anche i pensionati, tutti, indistintamente, attraverso le imposte indirette, per quanto essi abbiano magre e vizze le mammelle.

A maggio la bolletta elettrica cresce del 4,3%. Con Imu e benzina una stangata da 2.200 euro l’anno. Stanno strangolando questo Paese” grida Il Fatto Quotidiano dentro l’oceano dei tweet.

Quando dalla botte non potrà più essere stillata una sola goccia di vino, chi non ha curato le vigne non potrà più bere. Altro che politica della “ripartenza”.

Sappiamo che Mario Monti senza il sostegno dei partiti nulla potrebbe: ma allora la finisca di fare il salvatore della Patria! E i partiti la finiscano di indossare “la tuta mimetica Monti” per tornare, a loro volta affrancatori, acclamati dalla gente, che nemmeno si accorgerà di essere passata dagli avvoltoi alle iene e dalle iene agli sciacalli.

Trucco da abili prestidigitatori: fare man bassa, far finta di ravvedersi per il danno arrecato, cedere il posto a un arbitro-complice (tale è il giudice che deve sottostare al reo) e redentore, attraverso cui continuare ad opprimere i derubati togliendo loro il residuo, ritornare in trionfo come liberatori dal sopraffattore e riprendere impunemente il latrocinio interrotto.

Del resto gl’Italiani, acriticamente, stupidamente, hanno dato ai furbi di turno gentilmente il destro, per troppo tempo, fra loro accanitamente schierati in cieche tifoserie, occupati a scegliere fra le prostitute e i travestiti di cui godeva il potere,  per nulla attenti alla vera natura e agli effettivi intenti dei loro protetti e meno ancora ai propri interessi di cittadini.

L’amministrazione sciagurata di decenni, le ruberie di tutti gli aventi delega, perfino dei predatori che si sono divertiti a urlare ladroni ai colleghi, ostentando false onestà, il potere abusato, la corruzione, gli sprechi, l’impero delle banche e dell’economia virtuale, hanno sputato in faccia ai leali lavoratori che non potevano nascondere un centesimo delle loro retribuzioni, controllati alla fonte e costretti senza scampo a versare allo Stato le imposte solo a loro imposte, in cambio di imbrogli e di precari servizi.

E l’amministrazione sciagurata prosegue, incurante di politiche sagge, capaci di togliere veramente a chi ha troppo per ridistribuire a chi non ha, di oliare un motore arrugginito, di dare respiro ad ambienti avvelenati, di promuovere un rilancio del mercato, impossibile senza compratori. Non c’era bisogno di un professorone per tassare indiscriminatamente e in modo sperequato i sudditi impotenti (ma fino a quando?), non c’è bisogno dei suoi libri e della sua scienza per capire che il carburante a due Euro lascia nei garage le utilitarie e sgombra le vie alle fuoriserie e ai fuoristrada, che la sottrazione di risorse in apparenza equanime, impedisce la sana dieta, ai più per indigenza, ai pochissimi per eccesso.

Ho già avuto modo di formulare il paradosso relativo all’equità montiana, l’ossimoro dell’iniqua equità, per il quale gli aumenti dei costi uguali per tutti sono in realtà penalizzazioni pesanti per i meno abbienti, e irrilevanti scalfitture per i facoltosi. Che peso avrà mai per il milionario Mario Monti e per i suoi “cortigiani di Versailles” pagare cento Euro in più di bolletta a fine anno? o l’Imu sulle ville? o un pieno da 90 Euro anziché da 70? Proviamo a togliere balzelli dello stesso genere dalle tasche di chi non arriva a mille Euro al mese!…

Non poteva essere che la Bocconi a togliere i bocconi dalle labbra degli Italiani e a ridurre bocconi i più poveri.
E non chiedetemi soluzioni… io non ho frequentato quella Università… (Anche se una soluzione ci sarebbe! http://dettaglitv.com/?p=2397)

Amato Maria Bernabei

NESSUNA DEROGA AL RIGORE:
http://www.lettera43.it/economia/macro/monti-l-italia-puo-farcela_4367548211.htm

______________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *